Assistenza sanitaria Brasile: accordo bilaterale con Italia

Il Brasile sarà famoso per tanti aspetti ma non certo per la sua sanità. L’assistenza medica in Brasile è infatti molto frammentaria, con differenze di quantità e qualità dei centri di cura che diventano impressionanti quando si passa dalle grandi città ai centri suburbani e rurali.

Ecco perché, in vista di un viaggio in questo straordinario Paese sudamericano, non è consolante sapere che esiste uno specifico accordo bilaterale tra Brasile ed Italia che garantisce in teoria l’assistenza medica gratuita ai nostri connazionali che dovessero averne bisogno quando si trovano da quelle parti.

L’accordo in se non è un granché per noi italiani perché in primo luogo riguarda solo gli interventi e le medicazioni di urgenza, e non copre tutto il resto delle spese. Cosa significa? Significa che, se ad esempio ci rompiamo una gamba mentre facciamo allegramente surf a Copacabana, il Governo brasiliano ci assicura un’operazione a costo zero (con una qualità che è però tutta da verificare), mentre invece i successivi ed indispensabili giorni di ricovero in ospedale saranno a nostre spese. E considerate che un solo giorno di ricovero può arrivare a costare anche 1000 dollari!

Alla luce di queste considerazioni si capisce perché i tour operator spingano molto i propri clienti a sottoscrivere una assicurazione sanitaria per il Brasile prima di partire: per tre motivi.

Il primo è che tutto sommato si tratta di polizze poco costose che possono essere “affogate” all’interno di una complessiva assicurazione di viaggio per il Brasile che, a fronte di un costo di poche decine di euro, ci protegge non solo in ambito medico ma anche contro l’eventuale smarrimento del bagaglio o contro la rinuncia improvvisa al viaggio.

Il secondo motivo è che avendo una assicurazione privata possiamo affrancarci dal dover accedere alla sanità pubblica brasiliana potendo invece scegliere di farci assistere dalle strutture private, meglio organizzate e sicuramente più all’avanguardia.

Il terzo motivo è che solo con un’assicurazione per l’assistenza sanitaria in Brasile avremo diritto a cure gratuite (per le nostre tasche) non solo per gli interventi di urgenza ma anche per eventuali visite mediche, medicazioni, ricoveri e degenze, ed anche per l’acquisto dei medicinali.

Ognuna di queste voci rischia di avere un peso economico importante se sostenuto di tasca nostra. Per intendersi basti considerare che un banale intervento di appendicite tra operazione, degenza, medicazioni ed antibiotici da assumere rischierebbe di costarci più di 5 mila euro! Soldi che possono essere tranquillamente risparmiati acquistando prima di partire e con pochi soldi un’assicurazione sanitaria valida all’estero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *