L’assicurazione sanitaria negli USA

Gli Stati Uniti continuano ad essere una delle mete preferite dagli italiani, soprattutto per i viaggi di nozze. Metropoli affascinanti, una natura in grado di spaziare in pochi chilometri dal caldo dei deserti del Nevada al ghiaccio delle Montagne Rocciose e poi ancora la campagna, le zone interne con la loro tradizione ed il loro stile tipicamente a stelle e strisce.

Tanto da vedere ma anche tanto da pianificare, soprattutto in termini di sicurezza personale. Ad esempio: lo sapete non esiste un’assistenza sanitaria negli USA gratuita come quella che abbiamo noi in Italia? Poco male? Non proprio. Non è infatti nemmeno immaginabile pensare di partire per gli States pensando, eventualmente ce ne fosse bisogno (ovviamente si spera mai) di provvedere “in proprio” ai costi delle eventuali cure mediche necessarie. Perché? Perché i costi in questione sono esorbitanti.

Pensate che si spendono circa 2 mila euro al giorno per un ricovero ospedaliero, fino a mille dollari solo per una visita medica, dieci mila dollari per una semplice appendice e fino a duecento mila dollari per un’operazione a seguito di un trauma o un malore di rilievo.

Pensate ancora di poter provvedere “in proprio” a questi costi? Meglio sarebbe informarsi e valutare l’opportunità di stipulare una assicurazione sanitaria per gli USA.

Si tratta di una assicurazione sanitaria che può essere inserita/acquistata all’interno di una più generica assicurazione di viaggio per gli USA.

Come funziona? Normalmente una assicurazione medica per gli USA può funzionare o a rimborso diretto delle spese o a rimborso differito. Nel primo caso, qualora l’assicurato dovesse aver bisogno di cure mediche mentre si trova sul territorio statunitense, la compagnia si impegnerà ad organizzare i soccorsi e le eventuali cure necessarie, provvedendo direttamente al pagamento di tutte le spese presso le strutture sanitarie utilizzate.

Nel secondo caso invece è l’assicurato a dove anticipare di tasca propria le spese per le cure mediche del caso, dovendo poi chiedere rimborso alla compagnia una volta tornato in Italia.

Nella maggior parte dei casi si tende a preferire la prima tra le due formule presentate, andando ad inserirla in più ampi pacchetti generici di assicurazioni viaggio per gli USA che non comprendono solo l’assistenza sanitaria ma anche la copertura per l’eventuale annullamento del viaggio stesso o contro lo smarrimento del proprio bagaglio.

Chi deve partire o sta programmando una vacanza può acquistare una assicurazione per gli USA o direttamente all’interno del pacchetto di viaggio proposta dalla propria agenzia o dal tour operator, o separatamente sui siti internet delle compagnie che erogano questo tipo di servizi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *