Polizza Viaggio in Messico

Da un punto di vista meramente sanitario il Messico non può certo essere visto come una destinazione ad alto rischio. È vero che il Messico è ancora a metà di quel guado che a partire dagli anni 90 e spinto da una buon ripresa economica lo sta portando ad avere standard simili a quelli degli stati della parte Nord del continente americano, tuttavia, almeno per quello che riguarda i focolai epidemici più preoccupanti la situazione è sotto controllo pressoché ovunque e non devi destare particolari preoccupazioni.

Oggi i rischi più comuni per la salute per chi visita il Messico sono quelli derivanti dal micidiale mix tra i bassi livelli di ozono, l’inquinamento ed il caldo delle città principali, un mix che provoca spesso (soprattutto nei turisti che non sono abituati) problemi respiratori, emicrania e nausea.

Le zone a rischio epidemia come detto sono pressoché azzerate; restano alcune sacche di rischio lungo le coste pacifiche e del Golfo dove di tanto in tanto si apprezzano moderati focolai di malaria, le stesse zone in cui si manifestano anche fenomeni di epatite, salmonella, morbillo, virus del Nilo, dengue e congiuntivite.

Se da un punto di vista dei fattori di rischio l’analisi di una possibile vacanza in Messico non pone particolari preoccupazioni, diverso è il discorso se si va ad analizzare i centri di cura ivi presenti.

Cosa succede se mentre siamo in giro per le bellezze dell’antica civiltà Maya o spaparanzati sulle spiagge di Acapulco abbiamo bisogno di cure mediche a seguito di un malore o di un infortunio?

Accade che in primo luogo dovremo pagare tutte le cure e tutti i medicinali di cui avremo bisogno, con costi che definire esorbitanti è poco, anche per una semplice visita specialistica. E’ vero che in questo Paese esiste una sanità pubblica (i cui standard qualitativi sono tutti da valutare) ma i servizi erogati sono gratuiti solo per i cittadini residenti e non esistono accordi specifici che prevedono trattamenti di favore per gli italiani.

Per questo prima di partire è fortemente consigliata la sottoscrizione di una assicurazione sanitaria per il Messico. Grazie a questa polizza non solo ci si affrancherà dal rischio di dover pagare di tasca propria i costi esorbitanti dell’assistenza medica in loco, ma avremo in più la libertà di scegliere se farci assistere da strutture pubbliche o private.

Quest’ultime hanno standard qualitativi decisamente superiori rispetto a quelli delle pubbliche e sono quindi preferibili laddove (vedi il caso di chi ha sottoscritto una assicurazione sanitaria) non ci sono particolari limiti di spesa da considerare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *