Svizzera: cure mediche con la polizza di sanità

Pur essendo vicinissima all’Italia la Svizzera ha un sistema che regola l’assistenza sanitaria ai cittadini non residenti diverso dal nostro (che è quasi sempre gratuito per tutti) e che è bene conoscere prima di recarsi in questo Paese.

Per capire sino in fondo i termini di questo sistema bisogna fare inizialmente una suddivisione tra chi si reca in Svizzera per turismo, e quindi presumibilmente per periodi medio brevi, e chi invece si stanzia nello Stato elvetico per periodi più lunghi, magari per lavoro, fermo restando che la persona interessata rimane per tutto il periodo, breve o lungo che sia, un cittadino italiano a tutti gli effetti (ovvero non c’è una migrazione verso la cittadinanza svizzera).

Per chi si reca in Svizzera per turismo c’è la possibilità di sfruttare i benefici delle convenzioni tra lo Stato Elvetico e le nazioni di area UE (Italia compresa). In base a queste convenzioni chi, durante la sua permanenza in Svizzera, dovesse accedere alle cure mediche locali dovrà anticipare i costi sostenuti per poi chiedere rimborso alla propria ASL di appartenenza una volta tornato in Italia.

Il problema è che molto spesso l’entità dei costi per l’accesso alle cure mediche è molto elevata e difficilmente sostenibile dal privato cittadino. Per questo prima di partire molte agenzie e tour operator suggeriscono “fortemente” ai propri clienti di sottoscrivere una assicurazione sanitaria per la Svizzera, una polizza con cui togliersi il pensiero una volta per tutte ed avere la certezza, in caso di bisogno, di poter accedere alle migliori cure mediche senza dover spendere nemmeno un euro di tasca propria.

In realtà l’assicurazione in Svizzera non è necessaria solo per i turisti; anzi, mentre per questi ultimi la stipula è solo “consigliata”, per gli altri, ovvero per chi staziona consecutivamente nello Stato elvetico per più di tre mesi diventa obbligatoria.

I termini di quest’obbligo sono molto chiari. Tutti i cittadini, i residenti così come i non residenti di stanza da più di tre mesi, devono provvedere in proprio alla stipula di una assicurazione sanitaria personale con cui far fronte alle eventuali spese mediche necessaire alla propria cura. Lo Stato svizzero non mette particolari paletti rispetto a “dove” viene acquistata la polizza; ad esempio i nostri connazionali possono decidere liberamente se acquistarla in Svizzera piuttosto che in Italia.

L’importante è dimostrare di avere una. Ovviamente affinché possa essere ritenuta valida dalle autorità locali, la polizza di assistenza sanitaria acquistata in Italia dovrà essere valida anche per la Svizzera, pena l’impossibilità di rimanere nel Paese allo scadere del terzo mese.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *